Autovelox fissi, ecco quando la multa è nulla

autovelox

La Cassazione, con la recentissima sentenza n. 16622/2019, ha affermato che le multe elevate con i autovelox fissi in città sono impugnabili se le carreggiate non hanno determinate caratteristiche.
COSA DICE LA SENTENZA – La pronuncia stabilisce che il rilevamento della velocità, nei centri urbani,  è consentito solo con le postazioni mobili alla presenza della agenti accertatori di polizia mentre gli autovelox fissi possono considerarsi legittimamente installati solamente lungo le strade urbane a scorrimento, e previa autorizzazione del Prefetto. Secondo la Cassazione, infatti,  “il provvedimento prefettizio di individuazione delle strade lungo le quali è possibile installare apparecchiature automatiche per il rilevamento della velocità, senza obbligo di fermo immediato del conducente, previsto dall’art. 4 del decreto-legge 20 giugno 2002, n. 121, può includere soltanto le strade del tipo imposto dalla legge mediante rinvio alla classificazione di cui all’art. 2, commi 2 e 3, c.d.s. 1992, e non altre, dovendo perciò, considerarsi illegittimo – e, pertanto, disapplicabile nel giudizio di opposizione a sanzione amministrativa – il provvedimento prefettizio che abbia autorizzato l’installazione delle suddette apparecchiature in una strada urbana che non abbia tutte le caratteristiche “minime” della “strada urbana di scorrimento”, in base alla definizione recata dal comma 2, lett. D), del citato art. 2 c.d.s.”

.
COSA FARE PER CONTESTARE UNA MULTA – Ad Avvocato del Cittadino – Associazione Astolfi si rivolgono quotidianamente automobilisti in cerca di aiuto per multe illegittime. E’ infatti possibile impugnare le sanzioni entro 30 giorni dalla notifica con ricorso al giudice di pace ed entro 60 giorni dalla notifica al Prefetto. I nostri avvocati sono a disposizione per una conslenza presso le nostre sedi previo appuntamento: per fissare l’incontro occorre chiamare al numero uni nazionale 06.45433408, la quota associativa obbligatoria è di 20 euro. L’associazione offre inoltre ai soci di tutta Italia la possibilità online, quindi direttamente da casa propria, di impugnare una multa al Prefetto con l’assistenza di un avvocato che presenterà tuo conto il ricorso: la quota associativa è sempre di 20 euro, clicca qui per saperne di più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...