Permessi 104: non si possono negare durante le ferie

licenziamento-giusta-causa-3

Il datore di lavoro non puo’ mai negare al dipendente i permessi retribuiti richiesti ai sensi della legge 104 per assistere un familiare disabile, neanche durante il periodo di ferie programmate, ferma restando la possibilità di verificare l’effettiva indifferibilità della assistenza.
Allo sportello lavoro di Avvocato del Cittadino riceviamo spesso richieste di consulenze riguardanti la legge 104: oggi analizziamo la normativa relativa ai permessi retribuiti.

 
Ministero del Lavoro – interpello n. 20/2016 – Prot.37/0010256  – “In via preliminare, occorre muovere dalla ratio della L.n. 104/1992 [..] La norma in argomento riconosce tali permessi ai familiari che assistono persone con handicap nonché agli stessi lavoratori con disabilità, proprio al fine di tutelare i diritti fondamentali del soggetto diversamente abile, garantendogli dunque una adeguata assistenza morale e materiale […] In proposito , si fa presente come il datore di lavoro, ai sensi dell’art. 2109 c.c.,possa stabilire il periodo di godimento delle ferie annuali nel rispetto della durata fissata dalla legge e dalla contrattazione collettiva [..] si ritiene che debba trovare applicazione il principio della prevalenza delle improcrastinabili esigenze di assistenza e di tutela del diritto del disabile sulle esigenze aziendali e che pertanto il datore di lavoro non possa negare la fruizione dei permessi di cui all’art. 33, L. n. 104/1992 durante il periodo di ferie già programmate, ferma restando la possibilità di verificare l’effettiva indifferibilità della assistenza (v. anche art. 33,comma 7 bis, L. n. 104/1992)” Va infine richiamato quanto già precisato da questo Ministero nella risposta ad interpello n. 31/2010 nella parte in cui si ritiene possibile ‘da parte del datore di lavoro, richiedere una programmazione dei permessi, verosimilmente a cadenza settimanale o mensile, laddove il lavoratore che assiste il disabile sia in grado di individuare preventivamente le giornate di assenza,purché tale programmazione non comprometta il diritto del disabile ad una effettiva assistenza e segua criteri quanto più possibile condivisi con i lavoratori o con le loro rappresentanze’”.

 

Dunque buone notizie per chi fruisce della legge 104. Vi ricordo che sia per conteggi di lavoro che per consulenze legali riguardanti vertenze lavorative, potete contattare la nostra associazione allo 06.45433408 o scrivere a info@avvocatodelcittadino.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...