Lavoro nero, demansionamento, vessazioni: registrate tutto, i file sono producibili in giudizio

Comincio col dirvi che è lecito registrare conversazioni tra presenti: se avete problemi con il vostro datore di lavoro, se subite vessazioni, potete tranquillamente registrare i colloqui con il vostro capo con il telefonino. Il file audio potrebbe esservi utile in un futuro giudizio per demansionamento, mobbing o lavoro nero, le tre problematiche su cui viene maggiormente richiesta consulenza legale allo sportello lavoro di Avvocato del Cittadino
Recentemente ho ricevuto una signora che, per via di difetti fisici, è vittima di  scherni da parte dei colleghi di lavoro. Ovviamente le ho subito consigliato di registrare e documentare i fatti: determinati soprusi possono essere dimostrati solo tramite prove audio e/o video. Nel caso della signora, infatti, i file multimediali sono una vera e propria forma di autotutela e garanzia per la propria difesa. Secondo le Sezioni unite della Cassazione, sent n. 36747/2003, “l’acquisizione al processo della registrazione dei colloqui può legittimamente avvenire attraverso il meccanismo di cui all’art. 234, comma 1, c.p.p. che qualifica documento tutto ciò che rappresenta fatti, persone o cose mediante la fotografia, la cinematografia, la fonografia o qualsiasi altro mezzo; il nastro che contiene la registrazione non è altro che la documentazione fonografica del colloquio, la quale può integrare quella prova che diversamente potrebbe non essere raggiunta e può rappresentare una forma di autotutela e garanzia per la propria difesa, con l’effetto che una simile pratica finisce col ricevere una legittimazione costituzionale
COSA SI PUO’ REGISTRARE E COSA NO –  E’ legittimo, per difendere un proprio diritto, registrare una conversazione a cui si partecipa e utilizzarla come prova: a ribadirlo è anche la sentenza  n. 18908/2011 della Cassazione penale. E’ invece una reato registrare una conversazione di cui non si è parte, in questo caso avremmo un’interferenza illecita nella vita altrui.
COME DIFENDERSI – Se avete problemi sul lavoro – oltre a tutelarvi attraverso i mezzi che l’associazione mette a disposizione dei soci on line, che potete scoprire cliccando qui – potete rivolgervi al nostro sportello lavoro per consulenze legali
Per segnalazioni, scrivetemi a info@avvocatodelcittadino.com (oggetto: blog – c.a. Avv Astolfi)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...