Filler labbra e granulomi: 3 cose da sapere

labbra-filler

Vi ho già parlato su questo blog, della storia di Martina che si è rivolta al chirurgo dello Sportello di chirurgia estetica di Avvocato del Cittadino – Associazione Astolfi per dei danni estetici provocati dal filler alle labbra, sotto forma di granulomi.

Oggi ci concentriamo proprio sul difetto estetico più comune dovuto alle iniezioni di filler alle labbra, appunto i granulomi. Innanzitutto, i filler, ossia le sostanze usate per riempire zone del viso, possono essere riassorbibili e dunque “digeriti” dall’organismo oppure permanenti, dunque “non smaltibili” dall’organismo.

I granulomi sono in genere un frutto dei filler permanenti o di scarsa qualità. Anche una infiltrazione mal eseguita può generare tali danni estetici. E’ possibile, attraverso una consulenza estetica con il nostro chirurgo, prima di sottoporsi a trattamenti riempitivi, avere delle informazioni per capire quali sono i prodotti più sicuri e quali sono le tecniche più sicure.

Per quanto riguarda i granulomi, è importante sapere che

1. I granulomi possono presentarsi come gonfiori o indurimenti, si evidenziano causa di un rigetto verso le sostanze utilizzate per il riempimento: i materiali iniettati, essendo estranei all’organismo, vengono spesso rigettati dal sistema immunitario.

2. I granulomi, come già detto, sono in genere frutto di filler permanenti che, tra l’altro, non si adattano ai cambiamenti della pelle: con il passare del tempo, il nostro viso cambia e perde tono e dunque le sostanze iniettate possono apparire, in epoca successiva, come inestetismi.

3. Le filler permanenti possono migrare in nuove sedi: i mutamenti del viso, la perdita di elasticità dei tessuti, determina spesso l’incapacità della pelle di reggere il perso delle sostanze iniettate che potranno dunque posizionarsi in sedi diverse del viso, diverse da quelle in cui sono state introdotte.

Per una consulenza con il nostro chirurgo estetico è possibile prenotarsi allo 06.45433408: è possibile essere ricevuti semplicemente iscrivendosi all’associazione e versando la quota di 20 euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...