Mutui, prestiti, cessioni del quinto e anomalie bancarie: tre cose da sapere

usura-bancariaQuesta banca vuole che le restituisca troppi soldi, non è possibile!” Così ci dicono molti risparmiatori. E spesso hanno ragione.
Il 50% della documentazione che lo studio convenzionato con Avvocato del Cittadino analizza risulta “positiva” ad anomalie bancarie. Nello specifico, i principali problemi sono l’usura e l’anatocismo. Vediamo cosa sono:

 
1.L’USURA BANCARIA –  Parliamo di usura ogni qual volta le banche applicano un tasso superiore a quello consentito dalla legge. Ogni 3 mesi, infatti, la Banca d’Italia stabilisce il tasso massimo d’interesse, il cosiddetto “tasso soglia”, che le banche possono applicare a mutui, finanziamenti, fidi, ecc.  Il superamento del tasso soglia costituisce un’usura. La legge anti-usura n.108/1996 vieta espressamente il superamento del limite rilevato trimestralmente dal Ministero dell’Economia e dalla Banca d’Italia

 
2.ANATOCISMO – Parliamo di anatocismo quando abbiamo la produzione di interessi su interessi.  In sostanza viene generato ulteriore guadagno dagli interessi applicati su un capitale: gli interessi maturati si trasformano in capitale, ossia sono sommati all’importo dovuto e producono a loro volta interessi, per questo si parla di interessi composti.

 
3.COSA FARE– Con Avvocato del Cittadino è possibile, iscrivendosi all’ente e versando la quota associativa di 20 euro, far analizzare direttamente online o rivolgendosi alla sede nazionale il proprio rapporto bancario (conto corrente, mutuo, prestito, cessione del quinto, fido, ecc) e verificare se esistono delle anomalie. In 30 giorni è possibile capire se ciò che ci chiede la banca è davvero dovuto o se ci sono somme illegittimamente richieste.

 
Purtroppo, a subire i maggiori problemi sono i risparmiatori che hanno acceso mutui che prevedono la restituzione del capitale e degli interessi con rate mensili esageratamente alte e che, a seguito di problemi sul lavoro, non riescono più a pagare. Di fronte alla chiusura della banca davanti a proposte di rinegoziazione,  arrivano da noi chiedendo di analizzare la loro documentazione e vedere se, quelle esorbitanti richieste mensili (soprattutto in caso di tassi variabili) sono effettivamente lecite. Chiunque abbia bisogno di informazioni, può chiamarci allo 06.45433408

 

Avv. Emanuela Astolfi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...