Alzheimer- RSA: vi racconto di come lo Stato sta rovinando le famiglie

Da quando ho iniziato a seguire le due azioni collettive “Alzheimer-RSA” per Avvocato del Cittadino ho conosciuto le tragiche conseguenze provocate dell’assenza dello Stato: i familiari dei malati sono lasciati soli e costretti a versare somme da capogiro per un’assistenza che, troppo spesso, lascia a desiderare (come se non bastasse l’indicibile sofferenza che figli e coniugi provano nel vedere un loro caro trasformarsi, giorno dopo giorno, in qualcosa di “sconosciuto”).

Ci sono mariti disperati, che chiedono a noi avvocati come faccio a far accettare a mia moglie il fatto che, ogni mese, devo versare quasi tutto il mio stipendio alla RSA per le cure di mio padre?  Già perché ad oggi, nella stragrande maggioranza dei casi – grazie ai parametri previsti per il calcolo Isee – vengono chieste alle famiglie dei malati di Alzheimer degenti in residenze sanitarie assistenziali rette di ben 1900 euro al mese.

Alcuni fratelli hanno smesso di parlarsi: la somma da pagare alla RSA è esagerata e chi fa lo sforzo maggiore per garantire le cure al genitore malato se la prende con il fratello che, per le esigenze della propria di famiglia, non riesce a versare abbastanza.

Tutto questo è inaccettabile.

La giurisprudenza ha precisato che per l’Alzheimer non è possibile distinguere tra prestazioni socio-assistenziali e sanitarie e di conseguenza tutti i costi sono totalmente a carico dello Stato. Eppure, viene comunque richiesto alle famiglie dei malati la compartecipazione alla retta per il soggiorno in R.S.A.

COME AGIRE CON AVVOCATO DEL CITTADINO – Per partecipare all’ azione “Alzheimer-RSA” è necessario seguire le indicazioni qui riportate

Avvocato del Cittadino ha già vinto la prima battaglia:una socia ha richiesto ed ottenuto dalla Regione Lazio la restituzione della somma da lei versata per la degenza del padre in RSA (sentenza n. 14180/2016 del Tribunale di Roma)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...