Acquisto casa: A.P.E. obbligatorio, si rischiano multe fino a 18.000,00 Euro

Comincio col dire che a seguito dell’introduzione dell’obbligatoape-on-line1rietà dell’A.P.E. per le compravendite, Avvocato del Cittadino è stata sommersa di richieste per la produzione del certificato. Abbiamo dunque effettuato uno screening tra le proposte di convenzione pervenuteci da studi tecnici specializzati – a seguito della pubblicazione di un nostro annuncio di ricerca – ed abbiamo scelto quella qualitativamente migliore ed al prezzo più vantaggioso per i nostri soci. In sostanza: i nostri soci possono avere il certificato energetico ad una tariffa agevolatissima  (80 euro + 10 euro per la spedizione della raccomandata a/r a casa dell’utente) sia on line che rivolgendosi alle sede centrale. CLICCA QUI PER RICHIEDERE L’APE DIRETTAMENTE A CASA TUA

Ma vediamo come stanno le cose:

Per le compravendite l’A.P.E. (Attestato Prestazione Energetica) è obbligatorio: il certificato – in originale- va infatti sempre allegato al rogito. Il notaio dovrà controllare che il documento rispetti la normativa vigente e che quindi specifichi la classe di prestazione energetica, la data di rilascio, le informazioni idonee a collegare l’attestato all’immobile negoziato (come i dati di identificazione catastale), la sottoscrizione del tecnico che lo ha redatto.

SE MANCA L’A.P.E. , VENDITORE E ACQUIRENTE RISCHIANO FINO A 18.000,00 EURO DI MULTA – Compravendite, permute, assegnazioni di alloggi da cooperative edilizie ai soci, donazioni, ecc: fino a poco tempo fa, l’atto era considerato nullo se mancava il certificato energetico. Recentemente è stata cancellata la previsione della nullità dei contratti in caso di mancata allegazione ed è stata introdotta invece una pesante sanzione amministrativa che oscilla tra i 3.000 e i 18.000 euro. L’articolo 1, comma 7 del decreto Destinazione Italia stabilisce infatti che: “In caso di omessa dichiarazione o allegazione, se dovuta, le parti sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 3.000 a euro 18.000;[..]. L’accertamento e la contestazione della violazione sono svolti dalla Guardia di Finanza o, all’atto della registrazione di uno dei contratti previsti dal presente comma, dall’Agenzia delle Entrate, ai fini dell’ulteriore corso del procedimento sanzionatorio ai sensi dell’articolo 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689”. Il venditore è quindi obbligato a produrre l’A.P.E. altrimenti la sanzione grava in solido (cioè ogni parte risponde dell’intero debito e non soltanto per una parte di esso) su venditore e acquirente

AFFIDATI SOLO A TECNICI ABILITATI: come avrai capito l’A.P.E. è un certificato fondamentale, che deve rispettare requisiti precisi e che può essere prodotto solo da tecnici abilitati (es. architetti, ingegneri, ecc)

Se sei interessato all’A.p.e. in caso di locazione, clicca qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...