Affittare casa? Spesso è solo una spesa! I locatori pentiti contano perdite e danni. ECCO COME TUTELARSI

ISCRIVITI GRATIS VIA EMAIL A QUESTO BLOG, INSERENDO LA TUA EMAIL NEL BANNER A DESTRA

Arrivano sempre più disperati. Sono i locatori che si rivolgono ad Avvocato del Cittadino  per cercare aiuto. Si pentono di aver preso la scelta di affittare il loro immobile, perché i conduttori non pagano. Non se ne vanno. E spesso danneggiano anche le loro abitazioni.

Nella maggior parte dei casi, chi si rivolge alla nostra associazione ha immobili ereditati. E si confronta con la dura realtà: invece che dar respiro alle casse familiari con i canoni di affitto si ritrova con una casa danneggiata, tasse da pagare, e con spese legali da affrontare per intimare ed eseguire lo sfratto.

L’intento è quello di conservare beni familiari, concedendoli in locazione per sostenere imposte e tasse sulla seconda casa. E cercare di arrotondare lo stipendio.  E la domanda è: “come faccio ad avere garanzie sul fatto che l’inquilino paghi l’affitto?”

Partiamo da un presupposto. Quando si concede in locazione un immobile, non bisogna avere fretta. Considerate che avrete a che fare con il conduttore per molto tempo. E’ dunque il caso di fare scelte ponderate. Innanzitutto, assicuratevi che la persona che sceglierete abbia un lavoro stabile.

Se  non volete rischiare di cadere in brutte sorprese, ricorrete alla fidejussione bancaria, ossia un contratto che il conduttore stipula con la sua banca, la quale si impegnerà a versare il canone di affitto al suo posto in caso di morosità.

Altro metodo, è quello di ricorrere ai garanti. Il garante è colui o colei che si obbliga personalmente verso il locatore, assicurando l’adempimento (per esempio, se concedete un immobile in affitto a degli studenti, i genitori possono essere garanti).

Per avere informazioni su questi aspetti, l’associazione Avvocato del Cittadino, con il suo Sportello Locazioni, è a vostra disposizione. Meditate bene prima di concedere in locazione gli immobili e considerate che un procedimento di sfratto per morosità, in genere, dura parecchi mesi, a volte più di un anno. E riuscire a recuperare i canoni non pagati, se i conduttori non hanno alcun genere di garanzia, è una missione impossibile.

Ricordo il caso di una signora che, avendo ereditato la casa al mare dal padre, ha deciso concederla in locazione nei mesi estivi: in 60 giorni di locazione ha subito 5 mila euro di danni, con il deposito cauzionale di 700 euro è riuscita a comprare giusto un nuovo divano letto, visto che quello precedente era stato addirittura svuotato della gomma piuma. Parleremo ancora di locazioni: seguite anche il sito  www.avvocatodelcittadino.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...